.
Annunci online

hooverine
30 giugno 2009
No. No. No.
Alla fine ho deciso che no, io la domanda per l'inserimento in graduatoria non la faccio. Il primo motivo, quello principale, e che da sé basta e per di più avanza, è che non sono tagliata per l'insegnamento. Ci ho provato, saltuariamente, per due anni, e non è andata bene.
Poi. Quest'anno c'è una novità: la procedura di identificazione. Devo farmi identificare, prima di presentare la domanda. Devo andare in una scuola a mia scelta, portare i documenti, il tesserino sanitario, farmi riconoscere. Perché? Gli altri anni non era necessario. Cos'è cambiato stavolta? La prossima volta ci chiederanno le impronte digitali?*
Poi. Nel sito del Ministero dell'Istruzione spiccano come mai prima le scuole paritarie. In questi anni di demolizione della scuola pubblica l'esistenza stessa delle scuole paritarie è uno sgarbo. Fossero delle scuole sperimentali, fossero degli istituti dai risultati strabilianti, e invece no. Quindi mi fanno arrabbiare.
Infine. Non voglio lavorare per lo stato. Non per questo stato. Voglio fare finta che non ci sia. Pagare le tasse chiudendo gli occhi cercando di dimenticarlo prima possibile. Incrociare le dita sperando di non dover ricorrere a cure mediche che non possa sostenere. Morire prima di arrivare all'età della pensione (o magari, e sarebbe meglio, non aver bisogno della pensione). A meno che non cambi qualcosa nel frattempo. A meno che non cambi in maniera sostanziale. Non ho votato questa volta. Non ci sono riuscita. E dire che ho sempre fatto di tutto per trovarmi puntuale e armata di carta d'identità e tessera elettorale tutte le volte che si doveva. Quest'anno no. E chissà la prossima volta. E figuriamoci se accetto di farmi bersaglio di vessazioni da parte di ministri che hanno deciso di dar battaglia al pubblico impiego. E figuriamoci se accetto di farmi chiudere in casa se mi viene l'influenza. E figuriamoci se accetto di correggere le tracce della maturità che qualche incapace stila tutti gli anni mettendo assieme la schiuma di questi tempi. E figuriamoci se accetto di assistere all'emarginazione degli studenti stranieri. E figuriamoci se tocco i libri di testo che verranno. Nutro grande rispetto per chi svolge il mestiere dell'insegnante con passione e dedizione (sono pochi, in verità). È bene che ci sia qualcuno a presidiare.
Io, no.


*promemoria: quando ci chiederanno le impronte digitali al momento del rinnovo della carta d'identità, non diamogliele.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. nervi no la scuola no

permalink | inviato da hooverine il 30/6/2009 alle 12:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
25 giugno 2009
una rotonda sull'entroterra ligure
Ci sono due vecchi che ballano. Lei ha le gambe magre, lui due baffoni d'ordinanza. Ballano a ridosso della casa natale di Pertini, mentre suona un'orchestra che sembra un circo Barnum (con tutto il rispetto per i musicisti). G. mi fa notare che questi due ballano ogni tempo alla stessa maniera: che sia mazurka, polka o salcazzo. È vero. Però diversamente da tutti gli altri in pista ballano come se si amassero in maniera immutata dal primo giorno in cui si sono baciati per la prima volta (e magari è capitato ieri, che ne sappiamo). I vecchi, che belli i vecchi, penso.
Poi mi giro leggermente a destra e vedo questo tizio over 60 che indossa una maglietta nera con una scritta gialla: ho cambiato l'auto e la donna, la prima perché succhiava troppo, la seconda troppo poco. Ma vaffanculo, mi ha rovinato tutta la poesia sui vecchi.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. nervi

permalink | inviato da hooverine il 25/6/2009 alle 0:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
23 giugno 2009
non è giusto
Torno nella casa in Liguria dopo qualche settimana e trovo una colonia di moscerini annidata nel vassoio della macchinetta per il caffè.
Ma non è di questo che voglio parlare.
La cosa che mi tormenta davvero in questi giorni è: hamburger con patate. Quello lì, con tutti i soldi che ha, porta in tavola l'hamburger con patate, dopo le tagliatelle ai funghi e prima della torta allo yoghurt. Con tutti i soldi che ha. Si circonda di escort, di donne esteticamente insignificanti e dalla cultura mediobassa. Dove sono le margheritesarfatti? Dove le leniriefenstahl? Cosa abbiamo fatto di male noi per non poter quantomeno assistere a una bella decadenza, a una manifestazione esteriore del male che sia anche esteticamente affascinante, architettonicamente superba, esotericamente attraente? Dove sono i rasputin, ché a noi è stato concesso solo badgetbozzo e giulianoferrara e sandrobondi ed emiliofede, cazzo, emiliofede?
Dove sono le tavole sontuose, i maiali ripieni di fagiani di tortore di crema di mirtilli di pesche crude di anatroccoli di vino delle migliori vigne toscane? Dove il trionfo del cucchiaio così come ce lo ha descritto Greenaway?
Dove l'alta moda, dove il design, dove i complementi d'arredo di buon gusto? Perché ci toccano le malvestite, gli interventi di chirurgia plastica, i bagni da albergo di magnaccioni?
Perché le bandane, il trucco pesante, la musica napoletana quando un tempo si avevano gli elmetti, le mascelle di pietra e Wagner?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. nervi

permalink | inviato da hooverine il 23/6/2009 alle 16:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
23 giugno 2009
la mia casa a giugno

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. gadania camera chiara

permalink | inviato da hooverine il 23/6/2009 alle 2:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
12 giugno 2009
vissi d'arte, vissi d'ammore

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. segnalazioni gadania

permalink | inviato da hooverine il 12/6/2009 alle 19:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
11 giugno 2009
tu
Ti sono sopravvissuta. Cosa c'è di strano? Tu lo sapevi, l'hai saputo nel momento preciso in cui mi hai presa in braccio la prima volta. Avevo tanti capelli neri e tu avevi ricevuto un avviso di garanzia, ed eri spaventato, temevi che avresti dovuto lasciarmi per chissà quanto tempo, e invece no, eri innocente e non te ne sei andato. Abbiamo trascorso assieme un quarto di secolo, un numero di anni sufficiente per odiarci ma insufficiente per capirci. Ecco, non so perché io adesso non mi perdoni di esserti sopravvissuta. È nel normale ritmo delle cose sopravviverti, ma ciononostante non era così che doveva andare – tu avresti dovuto vivere nel ricordo, tu avresti dovuto vivere nel rimorso.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. nervi cazzi miei a gogò

permalink | inviato da hooverine il 11/6/2009 alle 16:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
1 giugno 2009
orsini
Il finale è un veleno, la vita è orrenda, se Dio è negli orsini perché poi ci interessa la figa?
Michele Mari, "L'uomo che uccise Liberty Valance"

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. segnalazioni

permalink | inviato da hooverine il 1/6/2009 alle 1:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
maggio        luglio

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte



Il Lato B dell'informazione
La Repubblica

www.flickr.com
This is a Flickr badge showing public photos from hooverine. Make your own badge here.




Movimento per la chiusura delle tube di faloppio (MCTF)

Il Dr.Psycho dice che sono un blogger
Scopri cosa dice di te su http://psycho.asphalto.org/test/.