Blog: http://hooverine.ilcannocchiale.it

bah



Due palle così. Tornare in Italia dopo una settimana trascorsa all'estero – no, dico, avete presente una città in cui non ci sono isterismi e si vedono pochi poliziotti e per di più è piena di musei e gallerie d'arte e posti occupati e memoria?
Due palle così, dicevo. Tornare con una storia nuova da riscrivere, un'altra partenza imminente, ma prima due o tre giorni di prove a Milano e soprattutto capire se valga davvero la pena prendere una seconda laurea a quasi trent'anni.
L'Italia fa schifo. Te ne accorgi quando esci fuori dal terminal di Malpensa e trovi le auto parcheggiate in seconda fila. No, forse anche prima, leggendo Repubblica, comprata a due euro nelle edicole che ospitano la stampa internazionale. È un impazzimento diffuso. Anche le supplenze da me tanto detestate cominciano a diventare una specie di miraggio. Tutto volge al nero, e non c'è futuro né soddisfazione se non in ciò che faccio da me.
Arriva forse il momento di scrivere sul serio. La scrittura come fuga – e pensare che non avrei mai voluto.

Pubblicato il 15/8/2008 alle 4.9 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web