Blog: http://hooverine.ilcannocchiale.it

le ore

Guardare il pesante orologio da polso accorgendosi che le ore passano e il sonno ancora non arriva. All'una si sta dietro il banco a vendere birra per pochi spiccioli ascoltando i Pussy Galore e sorridendo a tutti. Mani sui fianchi.
Alle due si chiude bottega. Si va in cerca di altri interlocutori, di altre birre.
Alle tre si entra in un bar, rompendo un bicchiere.
Alle quattro si assiste a una lite.
Alle cinque si è seduti per terra a chiedersi se dare o meno altre possibilità alla città. La chiave di tutto è l'abominio.
Alle sei si arriva nella casa dai soffitti alti, e si ascolta l'avvocato che spiega in che misura la custodia cautelare nel carcere di piazza Lanza sia una sorta di master per chi vuol fare carriera nel settore ambito e affollato della criminalità organizzata.
Alle sette gli ospiti abbandonano la casa. Chiudo i balconi e le finestre affinché la luce del sole non cominci troppo presto a mordermi la carne.
Un'altra notte così, e potrei non smettere più.

Pubblicato il 28/8/2008 alle 18.5 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web