Blog: http://hooverine.ilcannocchiale.it

dell'osceno

"Il mio corpo, spesso in quiete per anni, veniva scosso improvvisamente da questo desiderio di qualcosa di triviale, di disgustoso, qualcosa di ripugnante, di osceno che potevo ritrovare anche nelle cose migliori - un odore volgare, un po' di zolfo, un po' di inferno. questa frenesia aveva in sé qualcosa dell'eterno ebreo errante - che va avanti insensatamente, che vaga insensatamente in un mondo insensato, osceno."
Franz Kafka

Pubblicato il 19/1/2009 alle 0.35 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web